Lorenzo Peroni: «Staremo nelle prime posizioni fino alla fine, ma contro l’Audace mi aspetto maggior cattiveria agonistica»

14 Febbraio 2019

Domenica prossima appuntamento da non mancare a Montorio, dal momento che, alle 14.30, andrà in scena il derby in Prima Categoria contro l’Audace. In vista dell’importante partita, ecco alcune impressioni a riguardo del presidente Lorenzo Peroni.

Presidente Peroni, domenica ci sarà il derby con l’Audace, una partita che ha da sempre un sapore speciale e che arriva dopo la sconfitta a Cerea.

«A fine partita, domenica scorsa, sono andato a consolare i ragazzi negli spogliatoi, cosa che solitamente non faccio quando abbiamo dei risultati negativi, perché non è mia abitudine. Quella contro il Cerea era una partita molto sentita a cui tutti tenevamo, per questo la delusione è stata molta. Avendo visto la gara però, è stata chiara l’impressione che avremmo potuto giocare anche per due giorni di seguito, ma non avremmo mai pareggiato. Spesso nel calcio non serve solo giocare bene per vincere le gare, soprattutto contro avversari che hanno le caratteristiche del Cerea. Serve molto di più, ed essere bravi non è sufficiente. Fare la partita non è sufficiente, ma serve la cattiveria agonistica che, diversamente da noi, gli avversari hanno dimostrato di avere. Ho detto ai miei collaboratori di parlare con i ragazzi, perché» sottolinea «vogliamo capire bene quali siano le intenzioni vere della squadra. Voler primeggiare non sempre corrisponde alla volontà di vincere, e questa è stata la differenza in campo, dimostrando che spesso vince chi mostra più fame dell’altro, nonostante la differenza di qualità. Questo però non è un rimprovero alla squadra, ma è uno incitamento a migliorare soprattutto in queste partite, che sono quelle che abbiamo dimostrato di soffrire di più anche lo scorso campionato. Io sono molto affezionato a questi ragazzi, e loro lo sanno, per questo sono sicuro che miglioreranno anche sotto questo aspetto».

Domenica a Montorio arriverà l’Audace. Che partita si aspetta di vedere? 

«Sinceramente potrebbe arrivare chiunque. Se vogliamo arrivare in testa non ci dovranno mai essere differenze tra un avversario e l’altro. Dobbiamo giocare bene come sappiamo fare ma, soprattutto, sarà fondamentale aumentare il più possibile la componente agonistica».

Presidente, ma la società finora ha mai dichiarato il proprio obiettivo finale? 

«Per una serie di motivi è difficile fare dichiarazioni in questo senso, soprattutto quando ti devi confrontare con Piazze importanti come San Bonifacio, Cerea e Casaleone che hanno una storia e una tradizione maggiore in queste categorie ma anche superiori. Arriviamo da un campionato vinto alla grande e concluso vincendo anche il titolo regionale di categoria. Il nostro ds Menini, con la collaborazione del dirigente Baltieri, quest’estate hanno eseguito una campagna acquisti importante, ed i ragazzi che abbiamo preso stanno disputando un ottimo campionato. Il mister Marco Burato sta dimostrando di essere all’altezza della situazione, e di conoscere molto bene la squadra e la categoria. Siamo stati in testa a lungo ma, per ora, non voglio dire fin dove potremo arrivare. Di sicuro» conclude «noi saremo lì davanti fino alla fine».

100% Montorio

Copyright © ® - Montorio Football Club - P.IVA e CF 04265640237
Social media & sharing icons powered by UltimatelySocial